La rabbia


La vaccinazione preventiva è la scelta migliore

Si tratta di una grave zoonosi (malattia che si trasmette anche all’uomo) che viene trasmessa attraverso il contatto con la saliva di animali già contagiati, quindi attraverso morsi, ferite, graffi, ecc.

Il nostro cane può rischiare di contrarre la rabbia quando viene a contatto con animali selvatici o cani non vaccinati, per questo motivo è importante vaccinare il nostro amico se ci rechiamo in luoghi particolarmente a rischio.

È pressoché diffusa in tutto il mondo ad eccezione di:

  • Australia
  • Regno Unito
  • Giappone
  • Paesi Scandinavi

In Italia la vaccinazione non è più obbligatoria

Se dovete però recarvi in viaggio all’estero dovrete munirvi dell’apposito Passaporto Europeo per animali da compagnia attestante anche la vaccinazione antirabbica.

 

Cos’è la Rabbia e i suoi sintomi

La malattia coinvolge il sistema nervoso centrale e le ghiandole salivari e i sintomi possono essere molto diversi, possiamo però riscontrare:

  • Alterazioni del comportamento
  • Cambiamenti di tono vocale
  • Salivazione abbondante
  • Convulsioni

Purtroppo la rabbia è una malattia molto letale e non esiste terapia dopo la comparsa dei sintomi.

Per questo motivo la prevenzione attraverso il vaccino, sia pre-esposizione che post-esposizione,

è determinante per evitare la diffusione della malattia negli animali e negli uomini.